2019

Al nuovo anno non dico nulla, in molti campi abbiamo AMPLISSIMI margini di miglioramento, sterminate praterie di cose migliori da ottenere.

No, Corto Calabrese non ha perso il suo consueto ottimismo, ma serve anche la consapevolezza di vedere le cose che non vanno. Serve per prenderne coscienza e operarsi per cambiarle, per muoversi da quel posto che non ci piace, qualsiasi cosa esso rappresenti. Tempo fa avevo letto una frase: non sei un albero, puoi spostarti se non ti piace dove sei. Niente di più vero!

Io in questo 2018 ho fatto il primo passo e mi sono spostato, forse non basterà il primo, come avevo sperato, a farmi trovare il “mio” posto. Ed allora semplicemente ne faremo altri es altri ancora, fino a che ne serviranno.

Ottimismo è immaginare come rendere reali futuri impossibili (questa è mia, ricordatevene).

Corto Calabrese

Rispondi