Un altro mare

Oggi niente vespa, ma metropolitana. Mi sono immerso in un mare di umanità varia a cui non sono abituato. Amo le persone, ma alla fine mi sto scoprendo sempre più un lupo solitario, un marinaio d’altura. Quando mi ci immergo mi piace osservare chi mi sta attorno, discretamente. E penso che il mondo non è così male come vorrebbero farci credere.

Una risposta a “Un altro mare”

  1. Non portarti troppi soldi né orologi di valore potresti ritrovati a navigare senza “vele” !!

Rispondi